Servizi in studio
Terapia Familiare

Secondo l'approccio sistemico-relazionale i sintomi e il disagio del singolo individuo sono il risultato di un intersecarsi complesso tra esperienza soggettiva, qualità delle relazioni interpersonali più significative e capacità cognitive di autovalutazione della propria situazione. I sintomi di una persona hanno una funzione precisa all'interno del sistema relazionale in cui vivono, la famiglia. La quale è intesa come il sistema vivente di riferimento principale nell'esperienza emotiva di una persona, è il primo contesto esperienziale all'interno del quale i sintomi assumono una funzione precisa per il funzionamento relazionale del gruppo di persone che ne fanno parte. Ogni famiglia è caratterizzata da una storia, da valori, da uno stile di vita; nel tempo, le esigenze di ciascun membro del nucleo cambiano, e così, anche le regole, i ruoli e le funzioni all’interno della famiglia, mutano naturalmente per adattarsi a nuove necessità. Durante il proprio percorso evolutivo, le famiglie incontrano sfide difficili e, spesso, sono necessari notevoli sforzi e molta flessibilità per fronteggiarne i problemi. Tutti gli individui appartenenti ad un nucleo familiare attraversano nel corso della vita fasi critiche (matrimonio, nascite, decessi, ecc.) che mettono in discussione l’ equilibrio e necessitano di una nuova organizzazione sia a livello individuale sia come componenti di una realtà più estesa. I cambiamenti possono generare conflitti che nel sistema-famiglia creano una tensione emotiva che può essere vissuta in modo drammatico dai diversi componenti.
Solitamente è uno dei componenti il portatore del sintomo che attraverso la manifestazione dello stesso attira l’attenzione su di sé e permette ai membri del nucleo di non vedere ed affrontare le proprie difficoltà relazionali..

La terapia familiare opera su 4 livelli principali di osservazione:

  • la storia trigenerazionale della famiglia (nonni-genitori-figli);
  • l'organizzazione relazionale e comunicativa attuale della famiglia;
  • la funzione del sintomo del singolo individuo nell'equilibrio della famiglia;
  • la fase del ciclo vitale della famiglia in cui si presenta il sintomo del singolo (ciclo vitale: rappresenta una tappa delle varie fasi evolutive attraversate da un sistema-famiglia; si parla, ad esempio dell'uscita da casa dei figli a seguito del matrimonio, del decesso di un genitore o della nascita di un figlio, etc.; questi eventi costringono il sistema a riorganizzarsi, e quindi ad evolvere verso nuovi assetti relazionali).

indietro

Studio di psicologia e psicoterapia | Viale Italia 94 presso le GOLDEN TOWER (in prossimità del Tribunale) | tel: 338-8576635, 349-5745072